Wikipedia: dalle sue radici, fino ai nuovi germogli

Wikipedia, l’enciclopedia più “sfogliata” al mondo. Chiunque abbia un computer ed una connessione disponibile, avrà sicuramente visitato questo sito moltissime volte.
Ma vi siete mai chiesti perchè Wikipedia esiste? Com’è nata?

Se non conosci il tuo strumento, non puoi usarlo bene
Questa è una regola d’oro che non vale solo per il digitale, si può applicare in generale ogni giorno.

Una mattina del gennaio 2001, il signor Jimmy Wales, insieme al suo collaboratore Larry Sanger, decide di fondare Wikipedia, una enciclopedia on-line che aveva l’ambizione di prendere vita grazie al contributo degli utenti della rete. L’idea, per quanto folle possa sembrare, non è stata poi così rivoluzionaria! Allo stesso modo erano nati giganti dell’open-source come Linux. Sì, perchè wikipedia, alla fine dei conti, è una enciclopedia open-source. Chiunque può fare una modifica qualsiasi, anche insignificante, ma pur sempre utile alla comunità.

Jimmy Wales & Larry Sanger, i fondatori di Wikipedia
[immagini prese da Commons(Wikimedia)]

Il successo di wikipedia non è dovuto solamente alla semplicità dei passaggi tramite i quali è possibile lasciare il proprio contributo (non è nemmeno necessaria una registrazione, basta premere [modifica], scrivere e salvare), infatti, senza la collaborazione delle persone “comuni” tutto questo non esisterebbe. Oggi, wikipedia in italiano conta qualcosa come 928 346 voci, e queste sono in continuo aumento ogni giorno! Abbiamo quindi la prova che, almeno sulla rete, esistono delle dinamiche tali da suscitare in molte persone una straordinaria voglia di aiutare e donare al resto del mondo il proprio tempo ed il proprio sapere.

A seguito di questi fatti, probabilmente inaspettati, Jimmy Wales ha deciso di dare vita alla Fondazione Wikimedia, questa fondazione nasce per sostenere la filosofia di wikipedia ed estenderla ad altri aspetti del digitale. E’ interessante l’estrema apertura di questo progetto, in ogni momento è possibile visitare il sito di Wikimedia e leggere quali sono stati i successi raggiunti (con un report annuale) e conoscere gli obiettivi futuri.
Wikimedia ingloba al suo interno, inoltre, diversi altri progetti molto simili a wikipedia, anche se ad oggi hanno una diffusione minore, eccone alcuni:

  • Wikiquote, una raccolta di citazioni ed aforismi
  • Commons, ricca collezione di contenuti multimediali (prevalentemente immagini) rilasciate su licenza Creative Commons e prevalentemente utilizzate nelle pagine di wikipedia
  • Wkibooks, libri di testo e scolastici che chiunque può leggere e modificare
  • Wikisource, biblioteca che raccoglie moltissimi libri in formato digitale (quelli non più protetti dal copyright)
  • Wikiversità, una serie di lezioni scolastiche in formato digitale per scuole di ogni ordine e grado
  • Wikizionario, un vero e proprio dizionario

Siccome la filosofia “wikipediana” è volta al rendere tutto disponibile a chiunque, quasi contestualmente all’apertura di wikipedia è stato reso disponibile il codice sorgente di MediaWiki. Questo software si può scaricare gratuitamente e installare sul proprio sito per aprire una piccola “wikipedia” personale. Facendo una piccola ricerca su google, si può notare che ormai diversi siti (più o meno famosi) hanno sostituito le “statiche” FAQ, con una piccola wiki; infatti, questo permette di avere una guida fatta dagli utenti (quindi senza grosso dispendio di risorse da parte dei gestori del sito), più completa e sempre aggiornata.

E’ una utopia pensare di applicare questa filosofia al mondo “analogico”? Sicuramente, un mondo dove tutti fanno qualcosa per gli altri senza nessun tornaconto è molto lontano dall’attuale realtà; in ogni caso nulla ci vieta di sperare che, poco alla volta, si possa seguire il buon esempio di wikipedia e portare qualche miglioramento alla società.

E tu cosa ne pensi? Posta la tua opinione nei commenti!

Annunci

How to Be a Wikipedian

Un “Wikipediano” è qualcuno che ama “  Wikipedia, the free encyclopedia that anyone can edit”, e che passa il tempo libero, o almeno una parte, ricavando informazioni e contribuendovi. Alcuni lo vedono come un hobby; altri come uno stile di vita; altri ancora come una sorta di metodo non ortodosso di autodidattismo. Ma come diventare un Wikipediano? Semplice!

Passi

1) Impara a conoscere Wikipedia. Il motto di Wikipedia è “the free encyclopedia that anyone can edit” ( L’enciclopedia libera che chiunque può modificare). Questo significa due cose:

    • Wikipedia è effettivamente un’enciclopedia. Come Britannica, è pensata per fornire una conoscenza dettagliata su un argomento, più di quanto possa fare un dizionario, meno di quanto un intero libro sul tema. Nota a margine: possedere le fonti in una descrizione è cruciale per l’accuratezza di Wikipedia. Se così non fosse, non dovresti citare. Semplice.
    • Wikipedia può, è stata e sarà vandalizzata. E’, dopotutto, un’enciclopedia che chiunque può modificare. Per esempio, il 29/10/’08, uno sconosciuto Wikipediano ha cercato “wikipedia” su Wikipedia trovando solo “un pezzo di *****” per descrizione. Chi ha fatto questo dovrebbe essere – e probabilmente è così – escluso dal contribuire al sito di nuovo; questo fatto mostra che anche l’articolo più completo su qualcosa può essere vandalizzato. Perciò, attenzione!

2) Mettila nei Segnalibri, e cerca di riservare una cartella per gli articoli d’interesse su Wikipedia. Potreste essere sorpresi da quante volte vi servite di Wikipedia. Wikipedia se si trova lì è solo un clic, e non 20-qualcosa lettere. Inoltre, è probabile trovare alcune cose interessanti su Wikipedia. Qui ci sono alcuni link ad alcune cose molto interessanti:

3) Inizia a visitarla spesso. Rivisita vecchie pagine, premi “ Articolo casuale” cento volte, o magari gioca a Wiki Wars, descritto sotto. Aumenterai il tuo QI drammaticamente facendolo, e chi lo sa? Forse, solo forse, troverai la tua passione in uno di questi articoli.

    • OPZIONALE: Regole per Wiki Wars;
    • Premi “Articolo casuale” una volta;
    • Apri una nuova scheda, vai su Wikipedia, e premi “Articolo casuale” di nuovo;
    • Continua a cliccare i link di una delle schede fino a che non trovi l’articolo visualizzato nell’altra (no, non puoi usare la casella di ricerca).

4) Inizia a contribuire! Quando avrete trovato un argomento sul quale vi piacerebbe condividere la vostra conoscenza, iniziate a fare qualche ricerca&crea qualche articolo. Alternativamente, alcune persone puliscono anche i vecchi articoli e alcuni di essi hanno bisogno di essere tradotti, etc. Dopotutto, non tutti al mondo sono sufficientemente intelligenti da poter gettare luce su un solo argomento, ecco perché ci sono così tanti pezzi di articoli sparsi qua e là. Eventualmente, vi solleverete attraverso il sistema, e forse diventerete anche amministratori grazie al vostro lavoro.

Avvertenze

  • Di nuovo, non fidatevi di articoli senza fonti citate. Questa non è una cosa da prendere con leggerezza. Senza fonti, chiunque può aver scritto l’articolo, anche il vostro peggior nemico.
  • Per argomenti controversi, anche se ci sono fonti, controllate quelle disponibili. Le fonti sono di parte? Chi lo sa. Quando cercate qualcosa come marijuana o Joseph Stalin, è sempre meglio controllare perché l’articolo è scritto in quel modo. Il modo miglio per farlo è controllare le fonti.
  • Wikipedia non garantisce un’educazione professionale.Non fate gli idioti. Che vi piaccia o no, Wikipedia può sbagliare su qualunque cosa, proprio come una persona. Non cercate “gravidanza” su Wikipedia se qualcuno nella stanza sta per avere un bambino; non cercate “pronto soccorso” se il vostro braccio è profondamente ferito. Prendete contatto con un dottore, etc., per farvi aiutare.
    • Questa regola vale per tutte le eniclopedie, non solo per Wikipedia. Sebbene con Wikipedia ci sia la possibilità d’informazioni inaffidabili, nessuna encyclopedia sulla Terra vi può concedere la saggezza per salvare un paziente che ha avuto un attacco di cuore dalla morte. Lo scriverò di nuovo: Se avete bisogno di aiuto professionale, richiedetelo.
  • Wikipedia non dovrebbe essere la vostra unica fonte per documenti importanti. Se state scrivendo una tesi, per esempio, mettete da parte Wikipedia – anche se è giusta-, altrimenti sarete guardati con disprezzo da chi la leggerà. E’ un dato di fatto. Non c’è nessuno che non è sospettoso di qualcosa che può essere ottenuta facilmente e senza ragguardevoli sforzi.

Tradotto ( più o meno) da wikiHow.