La melodia dell’evoluzione!

Come da titolo, oggi vorrei proporre a tutti quanti una riflessione sul cambiamento che la tecnologia ha portato al “settore” musicale!

Il nostro escursus parte da molto lontano, infatti il primo caso in cui si poteva parlare di riproduzione di musica potrebbe essere collocato nel medioevo; in questo periodo, infatti, le corti erano piene di menestrelli che, previa pagamento, suonavano canzoni su richiesta e rallegravano le feste dei nobili!

Ma siccome dare vitto e alloggio a un menestrello non era poi così economico, il passo successivo, facendo un grosso salto, fù proprio l’invenzione del primo supporto di registrazione audio, arrivato proprio grazie allo studio della fisica e dei comportamenti delle onde; il primo macchinario in  grado di leggere dei dischi era il grammofono (erede del Fonografo), grazie al quale si poteva riprodurre le 5 canzoni incise su un lato del disco ogniqualvolta se ne avesse avuto voglia.
La tecnologia in questo caso, diede la possibilità di stampare “in serie” i dischi (grazie al vinile, una resina particolarmente adatta per la lettura attraverso lo sfregamento della testina e sicuramente molto più semplice da modellare rispetto alla ghisa dei cilindri del fonografo) piuttosto che registrarne uno per uno; rendendo così sempre più diffusi, dapprima i JukeBox, e in seguito i giradischi. Erano nati i famosi 33giri e per la prima volta la musica era a disposizione di tutti in maniera relativamente economica!

Anni dopo si diffusero le audiocassette, un sistema completamente diverso di registrazione basato su un nastro magnetizzato che veniva fatto scorrere su una testina di lettura capace di sfruttare le interferenze elettromagnetiche generate dal nastro in modo da produrre delle onde sonore che corrispondevano alla registrazione presente sulla cassetta.

Dopo qualcho anno, grazie all’avvento del digitale si arrivò al  primo compact-disc (anche noto come CD): in linea di principio era come i vecchi dischi in vinile, ma decisamente più compatto! Questo disco permetteva (e permette) di memorizzare al suo interno ben 13-15 tracce nel formato non compresso: circa lo stesso numero di canzoni registrabili su disco in vinile inciso sui due lati, ma occupando uno spazio circa tre volte inferiore!

L’avvento della musica in formato digitale ha portato al fenomeno della copia dei CD nonostante le protezioni che i produttori si sono inventati con il tempo.
Oggi, con la possibilità di scaricare musica legalmente da internet, pagando cifre decisamente più ragionevoli rispetto al CD (circa 9€ per un album contro i 25€ per un CD con le stesse canzoni), si spera che la pirateria in ambito musicale possa tornare ad essere un fenomeno marginale.

Resta da interrogarsi se il fenomeno della pirateria avrebbe potuto non espandersi se i produttori delle case discografiche avessero fissato sin da subito prezzi meno alti e più onesti! (cosa che pare stiano iniziando a fare solamente adesso grazie alle vendite on-line)

E tu cosa ne pensi? Commenta questo post e dì la tua!!!

Annunci

PrezziBenzina.it – Condividi Collabora

Ecco il primo post della rubrica “Condividi Collabora“!!!

Oggi parleremo di PrezziBenzina.it, un sito che prova a contrastare il caro-carburanti dando la possibilità agli automobilisti di collaborare l’un l’altro per sapere sempre qual’è il distributore meno caro e più vicino!


(Click per ingrandire)

Tutto il sistema si basa su una specie di google maps (infatti le librerie di google, essendo libere, si possono utilizzare e modificare a piacere), mostrando di fatto la classica cartina, con l’aggiunta però, al posto dei PDI (Punti di Interesse), dei distributori!!!

Cliccando sull’icona di un distributore, si può subito conoscere i prezzi praticati all’ultimo aggiornamento…e qui entra in gioco la Collaborazione!
Infatti, non c’è nessun complicato programma che si occupa di tenere aggiornati i prezzi delle migliaia di benzinai presenti sul territorio italiano; Gli aggiornamenti sono fatti proprio dagli utenti del sito che, ogni qualvolta hanno intenzione di contribuire, possono facilmente inserire i nuovi prezzi aggiornati di un dato distributore!

Ecco allora che, maggiore sarà la voglia di aiutare degli utenti, maggiore sarà l’efficienza del servizio erogato da PrezziBenzina!!!

Il sito tiene lo storico di tutti gli aggiornamenti; in modo da generare, con il tempo, un grafico che ad oggi è un rapido e immediato mezzo per deprimersi!!!
Inoltre sono disponibili altre simpatiche funzioni come:

  • Prezzo più basso in Italia
  • Gestore meno caro
  • Media nazionale
  • Numero di aggiornamenti al giorno
  • Città/Regioni che vengono aggiornate più spesso

e molti altre statistiche che permettono anche al visitatore di rendersi conto dell’efficienza di un servizio che si basa esclusivamente su persone che, in 15 secondi, aggiornano il prezzo del distributore dove si sono appena serviti!

Il sito dispone anche di un’App per diversi dispositivi portatili, attraverso la quale si possono controllare i distributori vicini e anche, eventualmente, aggiornare i prezzi!
Qui sotto due screenshot dell’App, a sinistra la mappa (in verde viene indicato, di volta in volta, il distributore più economico tra quelli presenti sullo schermo) mentre a destra c’è la finestra con le informazioni del benzinaio (nelle impostazioni io ho scelto il filtro “solo diesel”, per questo non c’è il prezzo della benzina)

Da notare che, la funzione di catalogazione dei distributori è molto simile a wikipedia, infatti chiunque può segnalare un nuovo distributore, o modificare la pagina di un’altro…

Sondaggio tecnologico

Un saluto a tutti gli utenti,
vorrei proporvi un velocissimo sondaggio (3 domande) riguardo la tecnologia.
Quest’ultimo rimarrà aperto per circa 3 mesi, e alla chiusura verrà realizzata una immagine/grafico che rappresenterà il risultato dei voti raccolti durante questo periodo e quindi, mi auguro, quello che è il parere dei visitatori di questo blog.

Ecco le tre domande:
Attenzione: seleziona la risposta e premi “Vote” per ognuno e attendi la comparsa della scritta “Thank you for voting!”



Buona votazione!
Ricorda che se hai delle riflessioni a riguardo, o vuoi dare una risposta più personale, puoi scriverla nei commenti qui sotto!

Roberto Gambotto

La forza del web 2.0

Spesso, per capire la grandezza di qualcosa, è necessario analizzare i numeri; il video sottostante si pone proprio questo obiettivo.

Con la rivoluzione digitale, siamo passati dal web statico (il web 1.0) al web dinamico, 2.0; questo grande passo ha permesso a noi utenti di interagire con internet e con i siti che lo popolano.
Interagire implica, per esempio, poter dare la propria opinione riguardo un ristorante(*1*), oppure persino contribuire ad una nuova enciclopedia universale(*2*) fruibile solamente via web!

Ecco allora che il web diventa un luogo in cui, se vuoi comprarti un televisore, hai a disposizione:
-almeno 30 siti di negozi diversi che ti propongono ognuno il suo prezzo (in negozio, o nel caso in cui ci sia la consegna a domicilio);
-decine e decine di siti che vendono esclusivamente online;
-centinaia di annunci pubblicati da altre persone che, invece, stanno cercando di sbarazzarsi proprio del televisore a cui sei interessato!
Bhe…penso che sia decisamente più pratico (ed economico!) in confronto, per esempio, a girare negozi su negozi per valutare il prezzo migliore…

Ti è piaciuto il video? Cosa ne pensi di questo cambiamento che internet ha portato alla compravendita di beni?
Rendi pubblica la tua opinione commentando questo post!

Note:

(*1*)Esistono siti che permettono di dare una valutazione a un negozio/ristorante, uno di questi è www.2spaghi.it che, appunto, dà la possibilità a chi è andato a mangiare in un ristorante di dare una valutazione positiva o negativa al ristorante in questione; questo diventa quindi un forte mezzo pubblicitario, che può giocare a favore, ma anche molto a sfavore per l’attività.

(*2*)Ovviamente in questo caso stiamo parlando di Wikipedia ( it.wikipedia.org ) “l’enciclopedia libera”; un sito sul quale chiunque può effettuare modifiche al fine di migliorare la pagina dedicata a un determinato argomento.

Roberto Gambotto